Tarquinia medioevale: la Chiesa di Santa Maria in Castello

- Cultura, Lazio
Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

*

Cosa vedere a Tarquinia, oltre alle celebri necropoli etrusche: la Chiesa di Santa Maria in Castello, tra architettura romanica e gotica

 

Dalla Torre di Matilda, spicco il volo.

Sfioro il vento e le piume lungo le pietre chiare delle mura.

Il mio nido è nascosto nella chiesa più silenziosa di Tarquinia, Santa Maria in Castello.

La porta spalancata non interrompe il lancio lieve delle mie ali, ancora un battito e sono dentro.

Sospeso in un’architettura di luce.

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

navata centrale

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

Chiesa di Santa Maria in Castello, Tarquinia

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

volte nervate

 

SANTA MARIA IN CASTELLO, UN ESEMPIO DI ARCHITETTURA TRA ROMANICO E GOTICO

Ho immaginato come potrebbe vedere questa ariosa architettura un uccello in volo.

Le forme slanciate del gotico di Santa Maria in Castello, la rincorsa dei pilastri verso la luce è proprio questo che fanno venire: voglia di volare, per guardarla anche dall’alto, proprio come hanno fatto i Maestri che l’hanno costruita.

Per vedere da vicino la cadenza regolare delle volte a crociera.

E che meraviglia dev’essere quel pavimento cosmatesco a mosaico, inquadrato dall’alto in un solo colpo d’occhio.

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

la bellissima infilata di arcate

 

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello pavimento

pavimento a mosaico

 

La costruzione della chiesa risale al XII secolo e si è svolta in più fasi fino al XIII secolo. E’ un bellissimo esempio di architettura medioevale, con la cupola ottagonale che si eleva dalla navata centrale e l’abside nervato.

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

la cupola centrale

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

l’abside con l’altare

 

Ma la cosa che attira sempre la mia attenzione sono i capitelli.

Qui sono scuri perché realizzati con il nenfro, una pietra locale.

I motivi fantastici proposti mi fanno nascere domande sul linguaggio simbolico che sono lì a trasmettere da centinaia di anni.

Vi sono capitelli rivestiti da serpenti annodati, altri a motivi floreali e infine, ritrovo ancora lei, la Sirena Bicaudata.

Questo simbolo così particolare, che a una prima impressione, parrebbe non avere nulla a che fare con una chiesa cristiana, in realtà si trova abbastanza di frequente nelle pievi toscane e anche qui nella Tuscia. La rivedrete infatti anche a Tuscania, come un’antica guida che affiora dalle pieghe della storia.

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello capitello

capitello annodato

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

capitelli con motivi floreali e zoomorfi

 

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello capitello

Sirena a doppia coda

sirena bicaudata tarquinia

Sirena bicaudata su un capitello

 

Dal cielo delle volte al mosaico a terra, ringrazio mentalmente le mani che hanno saputo farli così belli.

La porta è ancora aperta, e io riprendo il volo, in cerca degli Etruschi.

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

interno

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

pavimento musivo, dettaglio

 

COME ARRIVARE a SANTA MARIA IN CASTELLO

La Chiesa di Santa Maria a Castello si trova nella parte occidentale di Tarquinia, si raggiunge facilmente uscendo a piedi dal centro storico, attraverso la Porta di Castello.

Chiesa di Santa Maria in Castello

via di Porta Castello, 35 – Tarquinia

Tarquinia chiesa S. Maria in Castello

fiore della vita nella pavimentazione a mosaico

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close