Palazzo Davanzati a Firenze: bussate ed entrate nella Casa Medioevale Fiorentina

- Cultura, Firenze, Toscana
Palazzo Davanzati Firenze sala pavoni

Camera dei Pavoni e il Giglio di Firenze

Dove si entra con una visita guidata nel Palazzo Davanzati a Firenze, per vivere l’atmosfera del Medioevo fiorentino e vedere la Stanza dei Pavoni

 

Tutto il giorno su e giù per queste scale, a stendere i panni di lana dei Signori.

Poi su in cucina ad accendere il fuoco; e di nuovo giù, Madonna Lisa chiama dalla Camera della Castellana. Si sta svegliando e devo portarle le vesti pulite.

Mi affaccio timidamente nella Camera, ogni volta che entro nelle stanze dei Signori.. che impressione! I muri sembrano vivi con tutti quei colori, e quegli uccelli che non ho mai visto qui in Fiorenza.. saranno opera di magia?

Toc! Toc! Toc!

Bussano al portone? Arrivo, arrivo! Chi sarà mai a quest’ora?

‘Benvenuti, Messeri, entrate, ve ne prego, a Palazzo Davizzi…’

Palazzo Davanzati Firenze

*

Palazzo Davanzati Firenze

il Marzocco

Palazzo Davanzati Firenze

un baule decorato

 

PALAZZO DAVIZZI O PALAZZO DAVANZATI?

Perché la serva che ci ha accolto nel palazzo lo ha chiamato Davizzi?

Quello che oggi è conosciuto come Palazzo Davanzati, il Museo della Casa Medioevale Fiorentina, in origine apparteneva alla famiglia Davizzi. I ricchi Davizzi unirono due case-torri, ottenendo un palazzo dalla forma slanciata, decorato con affreschi ricchi di dettagli ed uccelli esotici.

Nel XVI secolo, il palazzo passa ai Davanzati, che fanno sostituire l’ultimo piano merlato, con una grande altana aperta verso l’esterno. Il palazzo viene risparmiato dalle distruzioni di Firenze e all’inizio del ‘900 passa nelle mani di un antiquario restauratore, Elia Volpi che lo apre al pubblico come ‘Casa medioevale fiorentina’ e ne fa la propria prestigiosa sede di rappresentanza.

Palazzo Davanzati Firenze

Palazzo Davanzati, facciata

 

È grazie a lui che lo stile medioevale fiorentino viene conosciuto nel mondo, fino a diventare una vera e propria moda persino negli Stati Uniti d’America. Verranno a  visitarlo molte personalità, come si vede dal guest book conservato nel palazzo… cercate bene e noterete la firma di una certa Peggy Guggenheim!

Palazzo Davanzati Firenze

la firma di Peggy Guggenheim

 

Palazzo Davanzati Firenze sala pavoni

*

LA CAMERA DELLA CASTELLANA DI VERGY: UN RACCONTO CAVALLERESCO

I Davizzi erano importanti mercanti dell’Arte della Lana, grazie alla quale erano entrati in contatto con la Corte di Avignone. Proprio la Camera della Castellana di Vergy venne affrescata attorno al 1350 per celebrare le nozze di Paolo Davizzi con Lisa degli Alberti.

Il ciclo pittorico riprende probabilmente un racconto cavalleresco francese, molto diffuso in Toscana nel XIII secolo; venne anche inserito nel Decamerone di Boccaccio.

La ricchezza pittorica della Camera lascia a bocca aperta e riveste interamente le pareti, il camino, le travi in legno.

Palazzo Davanzati Firenze

la Camera della Castellana di Vergy

Palazzo Davanzati Firenze

la Camera della Castellana di Vergy

Palazzo Davanzati FirenzeCamera della Castellana di Vergy

Approfondimento: La storia d’amore fra il Cavaliere e la Castellana

Il fregio, nella parte alta della Camera, narra la tragica storia d’amore fra il cavaliere Guglielmo e la bella Castellana, nipote del Duca di Borgogna. Storia romantica che doveva rimanere segreta. 

La malvagia Duchessa era invaghita di Guglielmo, la vediamo ritratta tra torri e partite a scacchi, mentre cerca di ottenerne i favori. Il Cavaliere, fedele al Duca e all’amata Castellana, respinge sdegnato la Duchessa. Respinta, la Duchessa si vendica dicendo al Duca che Guglielmo ha tentato di sedurla.

Per salvarsi, il Cavaliere rivela al Duca che il suo cuore appartiene solo alla Castellana, sua nipote e gli chiede di mantenere il segreto. Il Duca approva l’unione e risparmia il Cavaliere. Tutto sembra volgere al meglio, ma la malvagia Duchessa, durante un ballo, fa circolare la voce dell’amore fra Guglielmo e la Castellana.

La bella dama, sentendosi tradita dal suo Cavaliere, si uccide.

Guglielmo, straziato dal dolore, si toglie la vita. Il Duca capisce che gli sfortunati sono morti per causa della Duchessa e la fa decapitare. Fa seppellire assieme i due giovani e parte per una Crociata.

Palazzo Davanzati Firenze

*

LE PITTURE MURALI E GLI AFFRESCHI MEDIEVALI DI PALAZZO DAVANZATI

Oltre alla Camera della Castellana di Vergy, il percorso di visita porta nei tre piani nobili del palazzo.

La scala in pietra e legno affacciata sul cortile interno sale fra i vari piani.

In ogni piano troviamo la Sala Madornale, la Sala da giorno dove si pranzava, la Camera da letto e lo Studiolo.

Vi erano anche ambienti di servizio: la cucina al terzo piano e gli agiamenti ad ogni piano (i servizi igienici, un vero lusso per l’epoca che fa capire la ricchezza dei proprietari del Palazzo).

Palazzo Davanzati Firenze

il cortile interno del Palazzo

Palazzo Davanzati Firenze

la stanza da bagno

Palazzo Davanzati Firenze

la cucina

 

Le stanze dove si ricevevano gli ospiti, le Sale Madornali sono affacciate sulla via e illuminate da grandi finestre. Vedo arazzi, tavoli e cofanetti preziosi di dettagli.

Non fanno parte dell’arredo originale del palazzo che venne messo all’asta agli inizi del ‘900.

Palazzo Davanzati Firenze

Sala Madornale

Palazzo Davanzati Firenze

*

Palazzo Davanzati Firenze arazzi

*

Palazzo Davanzati Firenze

*

 

Entro nelle Sale da Giorno, come la Stanza dei Pappagalli, chiamata così per la presenza di pappagalli nelle pitture che rivestono completamente le pareti.

Palazzo Davanzati Firenze

Stanza dei Pappagalli, dettaglio dell’affresco

Palazzo Davanzati Firenze

Stanza dei Pappagalli

 

In un’altra sala sono esposte delle curiose maioliche a forma di scarpetta:  venivano riempite di acqua calda e tenute in mano per scaldarsi.

Palazzo Davanzati Firenze

scarpine scaldamani

 

Bellissime anche le altre due camere da letto: la Camera delle Impannate e la Camera dei Pavoni.

La Camera dei Pavoni riporta gli stemmi delle famiglie alleate dei Davizzi disposti fra numerosi pavoni che sembrano essersi posati fra le colonne.

Palazzo Davanzati Firenze sala pavoni

Camera dei Pavoni

Palazzo Davanzati Firenze sala pavoni

Camera dei Pavoni

Palazzo Davanzati Firenze

Camera delle Impannate, dettaglio

Palazzo Davanzati Firenze

Camera delle Impannate

 

PALAZZO DAVANZATI: LE SALE DEI MERLETTI E DEI RICAMI

Al primo piano sono esposti decine di leggerissimi pizzi e merletti e gli strumenti in legno che venivano usati per realizzarli. I più antichi risalgono al XVI secolo.

Osservo le trame leggere e la delicatezza di questi ricami. Quante ore di mani femminili, lievi e sapienti, quanta pazienza per crearli così curati.

Palazzo Davanzati Firenze

*

Palazzo Davanzati Firenze

Stanza dei Ricami

Palazzo Davanzati Firenze

il tombolo

 

NEGLI STUDIOLI I TESORI DI PALAZZO DAVANZATI

Se le pitture murali e gli affreschi vi hanno lasciato a bocca aperta, conservate un po’ di meraviglia per gli Studioli.

In questi ambienti piccoli e raccolti, ho trovato delle pitture che mi hanno incuriosito molto.

Un quadro dai colori brillanti racconta in sequenza, da sinistra a destra, la Storia di Susanna e i Vecchioni. E’ un episodio biblico, tratta della bella e casta Susanna che rifiuta di cedere ai Vecchi Saggi.

Palazzo Davanzati Firenze

La Storia di Susanna dello Scheggia

Palazzo Davanzati Firenze

la bella Susanna

 

Li dipinge, abilissima, la mano dello Scheggia, ossia Giovanni di Ser Giovanni, fratello di Masaccio.

Pittore nel XV secolo, è l’autore anche di un particolare ciclo pittorico su supporti curvi esposto a Palazzo Davanzati. Si tratta de ‘I Trionfi’ , tratti da un poema incompiuto di Petrarca. Le curvature di questi pannelli non sono tutte uguali: si suppone che fossero usati per rivestire delle lesene o delle colonne.

Palazzo Davanzati Firenze

Trionfo della Fama – Giovanni di Ser Giovanni

Palazzo Davanzati Firenze

Trionfo della Morte – Giovanni di Ser Giovanni

Palazzo Davanzati Firenze

lo Studiolo

Palazzo Davanzati Firenze

Desco da parto – Giovanni di Ser Giovanni

 

PALAZZO DAVANZATI, GRATIS LA PRIMA DOMENICA DEL MESE

Palazzo Davanzati – il Museo della Casa Medioevale Fiorentina

Via Porta Rossa, 13 – Firenze

Biglietto: 6 euro

la prima domenica del mese il museo è gratis

Piano terreno e primo piano sono aperti a visita libera, mentre per accedere al secondo e al terzo piano è necessario prenotare gratuitamente (055.2388610) la visita accompagnata prevista alle ore 10,00 – 11,00 – 12,00 (max. 25 persone per ogni visita).

Palazzo Davanzati Firenze

lo Stemma dei Davanzati

Palazzo Davanzati Firenze

*

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close