Palazzo Alliata di Villafranca: Marianna Ucrìa abitava qui?

- City break, Cultura, Palermo, Sicilia
Palazzo Alliata di Villafranca

salendo lo scalone

 

Dove si visita il Palazzo Alliata di Villafranca, uno dei più bei palazzi nobiliari di Palermo, inseguendo l’ombra fugace di una misteriosa dama..

 

E’ appena un sussurro.

Un fruscìo di vesti eleganti e rose appassite.

Un’ombra che sfugge nei bordi degli specchi, nascondendosi dietro lo sfarzo di una porta d’oro.

Palazzo Alliata di Villafranca

*

Palazzo Alliata di Villafranca

specchio rococò

 

Passo nel Fumoir per cercarla, ma non è in questa stanza riservata agli uomini che posso scorgerla.

Poi, eccola, fa capolino, il suo passo leggero sfiora appena le maioliche colorate; non sono l’ombrosa stanza delle preghiere, né il Salottino rosa che la possono contenere.

Palazzo Alliata di Villafranca

Pavimento in maiolica

 

Un passo ancora, i vetri colorati con gli stemmi delle casate, e via..

Palazzo Alliata di Villafranca

l’ingresso dalla scala

 

Un passo ancora, le dita sulle maniglie, la finestra che si spalanca sulla facciata intessuta di polvere e di storia.

Affacciati, Marianna, la vita di Palermo pulsa là fuori.

Palazzo Alliata di Villafranca

Palazzo Alliata di Villafranca

 

VISITA A PALAZZO ALLIATA DI VILLAFRANCA

Curiosando qua e là, ho trovato notizia del ritratto di una donna: la Croce di Malta sul petto, l’elaborata acconciatura ornata di rose parevano farne il volto della principessa Marianna d’Ucrìa, raccontata nel bel romanzo di Dacia Maraini.

Questo ritratto si trovava a Palazzo Alliata di Villafranca, dove abitò anche Topazia Alliata, la madre di Dacia Maraini.

Un filo di sorti femminili lega dunque la scrittrice a questa sontuosa dimora della nobiltà siciliana. Così ho voluto ripercorrerla in occasione della visita fatta grazie a Le Vie dei Tesori.

Rientriamo nel salone. I miei occhi cadono sul grande quadro dell’antenata che ricordo vagamente nei miei vagabondaggi infantili per la villa. È lei, Marianna, a grandezza naturale, chiusa in un vestito rigido, da cerimonia, con la croce di Malta dei grandi Nobili sul petto. I capelli gonfi, grigi, su cui spicca una rosa stinta, qualcosa di risoluto e disperato nei suoi grandi occhi chiari

(Dacia Maraini – Bagheria)

Palazzo Alliata di Villafranca

*

Palazzo Alliata di Villafranca salottino rosa

Salottino rosa

 

PALAZZO ALLIATA DI VILLAFRANCA: I SALONI, I SALOTTINI E IL MISTERIOSO FUMOIR

Dalla corte interna inondata di luce calda, il passo rallenta sulla scala fra vetrate di gusto gotico e stemmi antichi. Ogni dettaglio è prezioso.

Palazzo Alliata di Villafranca

cortile interno

 

Nella Sala dei Musici, alzo lo sguardo per ammirare il soffitto in legno dipinto, il racconto modulato degli stemmi della casata si intreccia con motivi floreali ed animali. In questa sala i Principi  davano dei concerti dove invitavano le personalità più in vista dell’epoca.

Palazzo Alliata di Villafranca sala dei musici

Sala dei Musici, soffitto

Palazzo Alliata di Villafranca sala dei musici

Sala dei Musici, dettaglio con pavoni

 

Uno stretto passaggio porta poi in un salone inondato di luce ed ori: sugli specchi, sulle porte, sulle cornici, fra gli stucchi di scuola serpottiana del soffitto. Si tratta della Sala del Principe Fabrizio Alliata Colonna con esposta la portantina d’oro dei Principi.

Palazzo Alliata di Villafranca portantina

Portantina dei Principi

Palazzo Alliata di Villafranca

gli stucchi del soffitto

 

Ai lati, salotti più piccoli ma non meno sfarzosi, narrano la vita dei nobili fra momenti dedicati alla conversazione e alla preghiera. Le pareti rivestite di seta verde, il lampasso prodotto dalle filande di famiglia e un soffitto con un formidabile effetto prospettico ornano il settecentesco Salottino Barocco. Qui trovo un esempio della preziosa collezione d’arte, la Crocifissione di Van Dyck.

Palazzo Alliata di Villafranca

Il Salottino Barocco, soffitto affrescato

Palazzo Alliata di Villafranca salottino barocco

Salottino Barocco

Palazzo Alliata di Villafranca

Crocifissione di Van Dyck

 

Conversazioni forse più proibite e misteriose erano quelle bisbigliate nella Sala di Cuoio detta anche ‘Fumoir’, una stanza della prima metà del ‘900, con le pareti rivestite in cuoio di Cordoba martellato, ove si tenevano riunioni riservate ai soli uomini.

Palazzo Alliata di Villafranca

La Sala di Cuoio

Palazzo Alliata di Villafranca sala di cuoio

Sala di Cuoio, soffitto

 

COME VISITARE PALAZZO ALLIATA DI VILLAFRANCA

Il Palazzo fa parte delle dimore storiche panormite aperte in occasione de Le Vie dei Tesori.

Grazie a questa indovinata manifestazione, ho potuto visitare, fra gli altri, anche il Villino Favaloro, il Villino Florio e la Villa Pottino.

Quest’anno le visite al Palazzo si tengono venerdì, sabato e domenica dal 29 Settembre al 29 Ottobre 2017.  Maggiori informazioni al n. 0918420219.

Palazzo Alliata di Villafranca si trova in Piazza Bologni, 20 – Palermo.

Palazzo Alliata di Villafranca sala dei musici

Sala dei Musici

 

PALAZZO ALLIATA: COSA VEDERE NEI DINTORNI

Dalla piazza Bologni, nel cuore di Palermo, a breve distanza a piedi si trovano:

  • La Cattedrale di Palermo
  • La Casa Professa (Chiesa del Gesù)
  • I Quattro Canti
  • Il mercato di Ballarò (dove è possibile pranzare in modo gustoso ed economico)
  • Le librerie di via Vittorio Emanuele
Palazzo Alliata di Villafranca

Stemma degli Alliata sulla facciata del Palazzo

Palazzo Alliata di Villafranca

*

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close