Locorotondo: passeggiata intima e itinerario nella Murgia dei Trulli

- Borghi, Puglia
locorotondo cummerse

Casa a ‘cummersa’

 

Cosa vedere a Locorotondo: i luminosi vicoli del centro antico con i tetti a cummerse, il panorama dalla Villa e le tappe di un itinerario alla scoperta della Murgia dei Trulli. 

 

La pioggia scivola via dai finestrini della macchina.

Fuori sfilano muretti a secco e la campagna pugliese.

È un attimo e il sole riconquista di nuovo il suo posto di forza.

Mentre scendo alla Villa comunale di Locorotondo, tutto ancora è umido e luccicante.

Non poteva capitarmi momento migliore per godermi una passeggiata fra l’intrico di vicoli luminosi di questo piccolo borgo, completamente candido.

Locorotondo itinerario

Locorotondo

 

Dal belvedere della Villa catturo più che posso la pianeggiante Murgia dei Trulli.

È una promessa di esplorazione.

Ma adesso il dolce richiamo di Locorotondo si fa sentire: mi avvio, in cerca di chiarore e di tranquillità.

Locorotondo itinerario

A passeggio per Locorotondo

Locorotondo itinerario

*

 

LOCOROTONDO: PASSEGGIATA INTIMA TRA LE CUMMERSE

Entrando dalla storica Porta Napoli, mi trovo nella piazza Vittorio Emanuele e se alzo lo sguardo, scorgo già due facciate che sembrano disegnate dalla fantasia di un bimbo: tetti aguzzi e due finestre verde acqua.

Sono le ‘cummerse’, (dal latino ‘cum versus’ ) tetti molto appuntiti, che servono a coprire la sagoma delle volte a botte.

locorotondo cummerse

i tetti a cummerse

 

Questi tetti seguono una tecnica costruttiva molto antica: le ‘chiancarelle’ che fanno da tegola sono in pietra e la loro particolare disposizione serve a convogliare l’acqua piovana fino alla cisterna sotterranea della casa. L’acqua era preziosa, e quella piovana non doveva essere sprecata.

Mi piace osservare la loro disposizione, sembrano opere d’arte moderne, con le loro geometrie pulite

locorotondo cummerse

Locorotondo: vicoli e cummerse

Locorotondo itinerario

la trama delle chiancarelle su un tetto

 

Locorotondo è molto piccola, non serve una mappa per girarla tutta. La cosa migliore è girovagare a caso, senza fretta, a caccia di dettagli preziosi.

Scopro così curiose teste che sporgono da sotto i balconi, gli steli dei fiori abbagliati dal bianco, scritte misteriose sugli architravi delle porte.

Locorotondo itinerario

sotto un balcone

Locorotondo itinerario

scritte misteriose

Locorotondo itinerario

*

 

Dal dedalo di vicoli si affaccia la Chiesa matrice di San Giorgio, con la facciata neoclassica e impianto a croce greca.

Il Santo uccisore di draghi è scolpito in alto sul timpano. La chiesa attuale fu costruita nel XVIII secolo nello stesso luogo dove, in passato, erano presenti altre due chiese, sempre intitolate a San Giorgio.

La scelta di questo Santo non è casuale, ma dovuta alla presenza a Locorotondo dei Cavalieri Gerosolimitani, che ne fecero un fortilizio.

locorotondo chiese

Chiesa matrice di S. Giorgio

Locorotondo itinerario

S. Giorgio uccide il Drago

 

Lungo la passeggiata trovo anche tracce di barocco: una bellissima portafinestra, quasi nascosta fra le case affiancate e, soprattutto, il signorile Palazzo Morelli, a breve distanza da piazza Vittorio Emanuele.

Locorotondo itinerario

*

 

Il Palazzo si può vedere solo dall’esterno, i ricchi balconi con ringhiere in ferro battuto sagomato a petto d’oca.

Sul portale che affaccia verso il cortile interno, noto un mascherone fantastico e lo stemma della famiglia Morelli, un elefante sormontato da una torre.

Locorotondo itinerario

Palazzo Morelli, portale barocco

Locorotondo itinerario

Ringhiere a petto d’oca

 

ITINERARIO NELLA MURGIA DEI TRULLI

Dalla Villa, poco fuori Porta Napoli, mi affaccio sull’esteso panorama della Murgia dei Trulli.

Locorotondo sorge su un colle, un balcone naturale affacciato sulla campagna punteggiata di case e trulli.

Esco dalle strade principali e imbocco le stradine di campagna, delimitate dai muretti in pietra a secco.

Mi avvicino a questa dimensione antica dell’abitare, dove trulli e case si riunivano attorno a una corte comune, lo jazzile.

primavera in puglia

*

valle d'itria muretti a secco

muretti a secco

 

Mi dirigo verso la contrada Marziolla, per tentare di scoprire il trullo più antico di Puglia.

Non sono riuscita a individuarlo, ma la ricerca mi ha regalato ugualmente le campagne primaverili in fiore, la terra rossa e una piacevolissima escursione fra i trulli.

Molti trulli sono abitati, quindi è bene non essere invadenti. Per fare le foto ho sempre cercato di tenermi a distanza.

murgia dei trulli itinerario

*

murgia dei trulli itinerario

Trulli in campagna

 

Segnatevi questi nomi: Lamie affascinate, contrade Crocefisso e Serralta.

Io sono partita alla loro ricerca, non so se le ho trovate perché a un certo punto ho spento il navigatore e guidato ‘a naso’, quello che vedevo era già così bello da risultare una guida molto più utile di google map!

murgia dei trulli itinerario

*

murgia dei trulli itinerario

*

 

LOCOROTONDO, COSA VEDERE NEI DINTORNI

Locorotondo fa parte del circuito de ‘I Borghi più belli d’Italia’ e dei borghi ‘Bandiera Arancione’ del Touring Club. 

Se siete in vacanza in Valle d’Itria, nei dintorni di Locorotondo potete vedere:

  • Ostuni, la Città bianca della Puglia, a circa mezz’ora di auto, ne ho parlato qui
  • Cisternino, un altro borgo bianco, famoso per essere il ‘paese dei fornelli’ (a 10 minuti di auto)
  • Martina Franca, imperdibile se siete appassionati di architetture barocche (a 10 minuti di auto)
  • Alberobello, famosissima, cercate di visitarla nei momenti meno caotici per non rovinare la magia di questo borgo tutelato dall’Unesco (a 10 minuti di auto)
Locorotondo itinerario

*

Locorotondo itinerario

*

Locorotondo itinerario

*

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Emmanuelle
    settembre 2, 2017 at 3:01 am

    Merci à vous pour cet article fabuleux ,des photos de toutes beautés et votre texte très intéressant .
    Emmanuelle

  • Leave a Reply

    Translate »
    Close