Gabriele Forti: l’Obiettivo, il Palio, il Cuore

- Cultura, Siena, Toscana
Gabriele Forti Palio

Il Campo gremito di persone, il giorno del Palio

 

Dove si racconta dell’Anima antica e viva di Siena, il Palio e di Gabriele Forti, che ha avuto l’onore di fotografarlo.

 

La piazza oggi è limpida di sole.

Punteggiata di persone, di turisti che la ammirano per la prima volta.

Eppure nell’aria c’è qualcosa, l’impronta di un’emozione immensa.

L’eco potente di una Città che seppe essere Repubblica.

Nel suo centro di conchiglia diede vita all’ideale: il Buon Governo, la Libertà, la Giustizia.

Per difenderli, le fiere più forti e  sagge popolarono le sue vie.

Aquila, Bruco, Chiocciola, Civetta, Drago, Giraffa, Istrice, Leocorno, Lupa, Nicchio, Oca, Onda, Pantera, Selva, Tartuca, Torre, Valdimontone.

Divise a volte fra loro, unite sempre per la Repubblica.

Gabriele Forti Palio

Le Contrade su Palazzo Pubblico

 

Un’Anima che  vive da secoli e ancora oggi sgorga, freme,  spera, rinasce.

Siamo a Siena, la piazza è il Campo.

Quell’Anima si chiama Palio, ed è passata attraverso gli occhi di Gabriele.

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

*

 

GABRIELE FORTI: IL FOTOGRAFO DEL PALIO

Incontro Gabriele e i suoi occhi chiari iniziano a raccontarmi una storia densa di emozioni.

La passione per la fotografia nata raccogliendo un segno, come qualcosa di sopito che aspettava una scintilla per risplendere.

La luce è ciò che Gabriele cerca con il suo istinto di fotografo, dentro e fuori di sé. La luce gli illumina lo sguardo quando parla delle sue radici e della fotografia.

La sfida al tempo. Gabriele cerca di fermarlo, per racchiudere le emozioni in ogni scatto.

Inizia facendo esperienza con Bruchi, proprio a Siena. Prosegue poi da solo, crescendo professionalmente grazie alla sua curiosità per l’innovazione, al suo talento.

Gabriele sogna di fotografare il Palio. Ogni anno chiede l’onore di potersi immergere in qualcosa di così intenso.

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

*

 

Quest’anno il sì tanto atteso, arriva. Forse è un cerchio che si chiude.

Con semplicità e rispetto, Gabriele si avvicina alle Contrade, osserva le emozioni dei contradaioli.

L’attesa, la tensione che ammutolisce una piazza intera.

Poi l’esplosione dei cuori, agganciati in volo al galoppo dei cavalli.

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

*

 

San Martino, Casato, il tufo che si solleva sotto gli zoccoli, le grida.

Le lacrime.

Quando finisce la corsa, molti contradaioli hanno gli occhi lucidi.

Gabriele Forti Palio

il Palio di Siena vinto dalla Contrada Capitana dell’Onda

 

Scatta Gabriele, lì rannicchiato sul tufo, quegli occhi lucidi sono anche i tuoi.

Piangere e rinascere col Palio.

Il cerchio si chiude sul tuo cuore.

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

il giubilo in Duomo

 

‘A Siena il cavallo è un’apparizione del vento, del sole, della madre-terra, della ricerca libera e fantasiosa. [..] Forse uno dei tanti significati del Palio di Siena rimane il dono di sé alla ricerca di una meta immateriale, una fantasiosa anarchia che aggredisce la realtà e la trasforma in sogno’ (Pino Gilioli)

Gabriele Forti Palio

*

Gabriele Forti Palio

*

 

Ringrazio Gabriele Forti per il suo racconto e la sua franchezza, per avermi concesso l’onore di ospitare alcuni dei suoi splendidi scatti del Palio dell’Assunta 2017.
Gabriele Forti Palio

*

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close