Firenze, in mostra a Villa La Quiete: l’incredibile Rosso di Ridolfo del Ghirlandaio

- Arte, Cultura, Firenze, Toscana
villa la quiete mostra

Villa la Quiete, “Santi Cosma e Damiano” di Ridolfo del Ghirlandaio

Alla mostra temporanea di Villa La Quiete a Firenze, alcuni dei più grandi artisti del Rinascimento: Botticelli e Ridolfo del Ghirlandaio. E un misterioso quadro fiammingo..

Interno di una Bottega d’Arte Fiorentina.

Le tele, gli apprendisti, i bozzetti, i pennelli.

I pigmenti di colore.

Avrei voluto vedere l’espressione del Ghirlandaio quando riuscì ad ottenere quel suo Rosso incredibile.

Non ci credevi nemmeno tu, Ridolfo?

Quel Rosso ti rese celebre, il suo tono così brillante lo notarono, e lo vollero, anche i Medici.

I Santi Cosma e Damiano: due medici dipinti per onorare i Medici più celebri del Rinascimento.

Oggi, dopo 500 anni,  sono esposti a Villa La Quiete, a Firenze.

Il tuo Rosso incredibile, Ridolfo, è rimasto lo stesso.

villa la quiete mostra

Ridolfo del Ghirlandaio, “Santi Cosma e Damiano” dettaglio

 

VILLA LA QUIETE: CAPOLAVORI DI BOTTICELLI E RIDOLFO DEL GHIRLANDAIO

A Villa La Quiete, sulla collina di Castello a Firenze, sono stati esposti fino al 15 gennaio 2017 alcuni dei capolavori che faranno parte del percorso museale dedicato al patrimonio della Villa.

Nella primavera del 2017  le stanze di Anna Maria Luisa de’ Medici, ultima erede della dinastia medicea, saranno aperte al pubblico per esporre la quadreria, gli arredi e altre opere d’arte.

La visita gratuita a cui ho partecipato era seguita da una guida, un ragazzo molto preparato che ha saputo illustrare la storia dei quadri con grande precisione.

Entro nella sala, subito lo sguardo è calamitato dai colori vivi del Ghirlandaio.

Ridolfo del Ghirlandaio era un figlio d’arte.

Suo padre, Domenico del Ghirlandaio, affrescò la celebre Cappella Tornabuoni in Santa Maria Novella a Firenze.

Rimasto orfano, Ridolfo passò nel laboratorio artistico dello zio e potè esercitarsi sui cartoni di Michelangelo e di Leonardo in Palazzo Vecchio.  Grazie a Maestri di questo calibro, Ridolfo riesce a sprigionare il suo talento e a dipingere le opere che fisseranno il suo nome nella storia dell’arte.

La pala coi Santi Cosma e Damiano  li vede tenere in mano la palma del martirio ed una scatolina dorata: è il “poisonne”, un unguento capace di guarire dalle malattie.

Tra gli altri, sono esposti anche “L’incoronazione della Vergine” di Botticelli, lo “Sposalizio mistico di Santa Cristina e Santi” di Ridolfo del Ghirlandaio, “Santa Maria Maddalena e una monaca domenicana”, un dipinto di Michele Tosini particolare per il fatto di essere stato costruito attorno ad un vero crocifisso ligneo.

Le opere risalgono tutte alla prima metà del Cinquecento e provengono dalla Chiesa di San Jacopo di Ripoli a Firenze, che successivamente passò alle Montalve.

villa la quiete mostra

Villa La Quiete, la sala della mostra temporanea

VILLA LA QUIETE: UN MISTERIOSO QUADRO FIAMMINGO

In esposizione era presente anche la “Madonna con bambino e un donatore” dipinto da un anonimo artista fiammingo.

Questo quadro presenta degli elementi insoliti che mi hanno incuriosito:

  • La Madonna non ha l’aureola, solo un sottile velo bianco le adorna il capo, la figura appare incorniciata fra due colonne con un drappo rosso
  • Il Bambino sta per prendere degli acini da un grappolo d’uva che gli viene porto da un angelo
  • Dietro l’angelo è dipinta una ricca fontana, da cui un altro angelo prende dell’acqua; la fontana ha una imponente decorazione dorata al centro
  • Sullo sfondo, a destra, appare un’architettura di forma circolare, a pianta centrale, con finestre che richiamano lo stile gotico e gigli della sapienza.
  • A sinistra della Madonna, appare un anziano signore che regge un libro fra le mani, probabilmente si tratta del Committente dell’opera
  • Dietro la testa del signore anziano, una scena con tre donne che raccolgono della frutta, forse delle mele?

E’ affascinante raccogliere questi elementi: il grappolo d’uva, l’acqua della fontana, l’edificio a pianta circolare, l’uomo con libro, le tre donne che raccolgono mele.. come si combineranno con la figura della Madre del Bambino?

La risposta la dobbiamo chiedere ad un artista fiammingo di 500 anni fa..

villa la quiete mostra

Villa La Quiete, “Madonna con Bambino e donatore” di anonimo artista fiammingo

VILLA LA QUIETE: INFORMAZIONI UTILI

Villa La Quiete

Via di Boldrone, 2 – Firenze

Il sito di Villa La Quiete

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close