Cosa vedere a Sarteano: itinerario fra il Castello, gli Etruschi e i vicoli del borgo

- Borghi, Centri storici, Toscana
sarteano cosa vedere

Sarteano, scorcio da sotto un arco

Nella Val di Chiana Senese, una passeggiata per i vicoli di Sarteano, bandiera arancione del Touring club. Cosa vedere in un rilassante borgo medioevale toscano.

Sono arrivata a Sarteano circondata dal sole di una giornata di fine estate.

Una giornata da mare, per molti.

Un pomeriggio da passare a fare il bagno, forse.

Ma io amo esplorare un luogo quando penso di trovarlo meno affollato; non so, forse mi dà l’impressione di riuscire ad ascoltarlo meglio.

Chi si avventurerebbe in un assolato borgo toscano in un pomeriggio di fine agosto?

Pochi, ma quei pochi hanno avuto fortuna.

Sarteano sorge in collina, la sua struttura urbanistica ricavata su dislivelli ha sviluppato una rete di deliziosi vicoli che si passano l’un con l’altro  il soffio lieve della brezza.

Una fresca compagnia che ha accompagnato i miei passi alla scoperta degli scorci del borgo.

E proprio questa gentile semplicità è la sensazione che ho assorbito a Sarteano.

castello sarteano orari

Castello e Borgo di Sarteano

sarteano cosa vedere

Sarteano durante la Giostra del Saracino

 

COSA VEDERE NEL BORGO DI SARTEANO: il Castello, i Palazzi, il Teatro,  i Vicoli

Fra la Val di Chiana e la Val d’Orcia, Sarteano gode di una posizione con stupendi affacci panoramici: dal monte Cetona fino a morbide colline ammantate di boschi.

Il centro storico è dominato dalla sagoma del Castello quattrocentesco, oggi recuperato e visitabile con un bellissimo giro di ronda fra le mura e i torrioni circolari.

castello sarteano orari

Castello di Sarteano, il Mastio e il Torrione

 

Un tempo raccolta fra mura difensive demolite nell’800, Sarteano conserva le due Porte Umbre e pregevoli palazzi storici: palazzo Fanelli (vicino al Castello), palazzo Cennini, Palazzo Piccolomini col suo chiostro del XV secolo voluto dal nipote di Pio II, Francesco Tedeschini Piccolomini che nacque proprio in una casa del borgo. La traccia della casata dei Piccolomini si ritrova anche nella Chiesa di San Francesco. Linee e proporzioni armoniche e lo stemma di famiglia richiamano infatti la facciata del Duomo di Pienza.

Sulla piazza principale si affaccia il maestoso Palazzo del Podestà, con le eleganti bifore delle finestre.

sarteano cosa vedere

Sarteano, Palazzo Fanelli

 

sarteano cosa vedere

Sarteano, salendo verso il Castello

 

Palazzo Gabrielli ospita il Museo Archeologico di Sarteano e stupendi reperti etruschi. Segnatevi la possibilità di prenotare una visita alla Tomba della Quadriga Infernale: risale al IV secolo a.c. ed è ancora capace di stupire grazie ai colori vivi dei suoi cicli pittorici!

L’anima culturale di Sarteano trova libera espressione nella Nuova Accademia degli Arrischianti, una compagnia che tiene spettacolo nel settecentesco Teatro degli Arrischianti. Il teatro dalla forma ellittica con tre ordini di palchi si trova all’interno del Palazzo Comunale ed è stato restaurato nel 2000.

Nella parte alta del borgo, scopro con discrezione il convento di Santa Chiara del XVI secolo, un portone aperto mi fa lanciare lo sguardo verso un giardino dall’atmosfera raccolta, oggi residenza esclusiva e ristorante.

Il racconto di Sarteano poi si srotola fra i suoi vicoli, nel silente pomeriggio accarezzo le pietre medioevali delle case. Spero che mi sussurrino la storia del quotidiano, un frammento di insegna, uno sguardo timido dietro una finestra.

Dettagli, briciole da raccogliere pazientemente lungo la passeggiata e conservare come l’eco preziosa di un mondo antico.

Sarteano, dolcemente Toscana.

sarteano cosa vedere

Sarteano in festa per la Giostra del Saracino

 

 

COSA VEDERE NEI DINTORNI DI SARTEANO: ETRUSCHI E UN MICRO-BORGO GIOIELLO

I dintorni di Sarteano sono ricchi di testimonianze archeologiche.

Il passato di questa zona è intriso principalmente della misteriosa cultura etrusca. Le necropoli della Palazzina, le vie Cupe (viabilità scavata nel tufo che conduceva fino a Chiusi), la necropoli delle Pianacce con la Tomba della Quadriga infernale, le tombe ipogee nel bosco di Molin Canale.

E’ qui che dobbiamo cercare le nostre radici.

Cerco di immaginare cosa dovesse provare un etrusco che in questi boschi voleva custodire quanto aveva di più sacro: i suoi antenati. L’aria umida fra gli alberi, il silenzio della sera, il canto degli uccelli che scende dall’alto come  piccole gocce. Passeggio a Molin Canale, il bosco era la casa.

Mi dirigo verso Castiglioncello sul Trinoro: avviso ai naviganti, vi innamorerete di questo posto.

Un micro borgo raggomitolato su se stesso, recuperato come albergo diffuso, con una romantica chiesa sconsacrata dove si tengono concerti e un patrimonio inestimabile: un panorama sulla Val d’Orcia da lasciare senza parole.

Andateci al tramonto e abbandonatevi lentamente a questa silenziosa poesia.

sarteano cosa vedere

Sarteano, una via poetica

sarteano cosa vedere

Sarteano, porta

 

INFORMAZIONI

Per prenotare la visita alla Tomba della Quadriga Infernale

Teatro degli Arrischianti

 

sarteano cosa vedere

Sarteano, dettaglio

 

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Emmanuelle
    marzo 24, 2017 at 9:10 pm

    Merci pour cette visite ,ce fut un régal de déambuler dans les ruelles ,un village que Sarteano , vos légendes très agréable à lire et bien explicite .
    Merci à vous et très belle soirée .
    Emmanuelle

  • Leave a Reply

    Translate »
    Close