Il Giardino Isabella a Radicofani: entrare in un bosco sacro

- Giardini, Passeggiate, Toscana, Val d'Orcia
Bosco Isabella piramide

*

Dove si esplora il Bosco Isabella a Radicofani, fra suggestioni arcaiche e una piramide di pietra 

 

Sei tu Pan che spii fra le fronde?

Il sentiero  si schermisce fra le foglie cadute, un invito a cercare le tracce.

Le timide vinche intrecciano gli steli per nasconderlo.

Eppure questo giardino, un bosco sacro, può forse essere la dimora di Pan il Pastore, colui che danza nella gioia selvaggia, sentito come divino presso gli antichi popoli del Mediterraneo.

Entro nel bosco, l’aria è disegnata dalle pietre, dai muschi, dalla luce radente del pomeriggio inoltrato.

Bosco Isabella Radicofani

*

 

Il linguaggio cristallino degli uccelli, alti fra i rami, mi annuncia la sera.

In questo margine, il bosco oscilla fra la serenità del giorno e il timore del buio: le due anime di Pan, il chiaro e lo scuro.

 

‘alla sera quando Pan torna dalla caccia,

suona mollemente i suoi motivi sulla zampogna, dolcemente.

Nemmeno gli uccelli dalla voce di miele cantano come lui.

A quell’ora le ninfe voce-chiara gli si mettono accanto,

muovendosi armoniose nella danza, presso una fonte,

mentre Eco rincorre i suoni delle vette dei colli.’

 

(Inni omerici, A Pan)

Bosco Isabella Siena

*

Bosco Isabella Siena

vinca

 

IL BOSCO ISABELLA: DALL’ANTICA GRECIA A RADICOFANI

Il Bosco Isabella, con la sua atmosfera sospesa, mi ha portato alla mente quello che dovevano essere i boschi-giardini come li intendevano gli antichi Greci.

Luoghi sacri, dove si celebrava l’intimo legame con la Natura, pulsanti di vita, di canti e danze di semidei e di ninfe vestite di muschio.

Il bosco-giardino più celebre di Atene era sacro ad Afrodite; il giardino vicino all’Accademia platonica era un boschetto e vi passeggiavano i filosofi, in cerca della sapienza.

Bosco Isabella Radicofani

*

Bosco Isabella Siena

*

 

Come il Bosco Isabella di Radicofani, anche quei giardini erano a disposizione di tutti, vi si poteva entrare liberamente, perché ognuno potesse conoscere il sacro nella natura.

Luoghi capaci di far comprendere il rispetto per la natura che ci è madre, di farci entrare in relazione col tutto, il bosco-giardino è armonia coltivata.

I toni di verde, l’humus, i rami spezzati, le tessiture delle foglie, gli insetti, le gocce: il bosco è mutevole e uguale da millenni, custodisce il segreto dell’eternità.

Bosco Isabella Radicofani

*

Bosco Isabella Radicofani

*

 

IL BOSCO-GIARDINO VOLUTO DA LUCHINI PER LA MOGLIE ISABELLA

Odoardo Luchini volle creare questo bosco-giardino per dedicarlo alla moglie Isabella, alla fine dell’800.

Era il periodo dei giardini romantici inglesi ed Odoardo, appassionato di botanica, sposò questa impostazione per creare un giardino dall’aspetto naturale, senza modificare troppo l’ambiente in cui si inseriva.

Il giardino è ampio, 2 ettari e mezzo dove fece creare sentieri, mise in risalto le pietre esistenti e fece piantare diverse essenze da amalgamare a quelle locali: sequoie del Nord America, tassi, Cedri si univano agli aceri, ai castagni, ai tigli, allori ed acacie.

Bosco Isabella Siena

*

All’inizio del giardino fece costruire una piramide a gradoni a base triangolare. Odoardo inserì nel giardino dei percorsi iniziatici e, con la piramide, pose un simbolo del significato sapienziale racchiuso nel giardino.

Oltre ai grandi alberi, la tessitura del giardino continua a terra: ciclamini, lunarie, vinche, le bacche nere dell’edera sono alcune delle piccole piante che ho potuto vedere in autunno.

Penso di tornare in primavera, quando i capolini dei crochi saranno le prime note su cui riprenderà la danza eterna di Pan

Bosco Isabella piramide

*

Bosco Isabella Radicofani

ciclamini

Bosco Isabella Radicofani

Ciclamini in fiore

 

COME ARRIVARE AL BOSCO ISABELLA

Il Bosco Isabella si trova a Radicofani, poco fuori dal centro del paese.

Da Siena si arriva al Bosco Isabella in circa 1 ora di macchina, percorrendo la Cassia SR2 in direzione Roma, seguendo poi le indicazioni per Radicofani (SP 478).

Se siete in visita in Val d’Orcia, lasciate che vi racconti qualcosa di Radicofani.

 

BIBLIOGRAFIA

‘ I giardini del sogno, il percorso’ – Michele C. del Re – Pontecorboli editore

Bosco Isabella piramide

*

Bosco Isabella Radicofani

Lunaria

Bosco Isabella Siena

*

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close