Abbazia di Chiaravalle: di monaci, nodi e di Ciribiciaccola

- Cultura, Lombardia
Abbazia Chiaravalle

Chiostro di Chiaravalle, colonna ofitica

A sud di Milano, nell’Itinerario delle Abbazie, la ricerca di una colonna annodata mi ha portato fino all’Abbazia di Chiaravalle.

Immaginate una grande zona acquitrinosa.

Siamo nel Medioevo e palude significava malattie e fame.

La zona a sud di Mediolanum era così, malsana.

Ma qualcosa stava per cambiare.

Li sentite anche voi? Umili, i passi dei monaci partiti da Citeaux, dalla lontana Francia.

Arrivano a Milano con Bernardo de Clairvaux, riescono ad appianare una disputa fra Papa e Antipapa. 

I monaci hanno pazienza e determinazione.

È per questo che scelgono per costruire la grande zona paludosa.

Quei monaci di Francia avevano una visione.

Splendida, noi la vediamo ancora oggi: la loro visione è l’Abbazia di Chiaravalle.

Abbazia Chiaravalle

Abbazia di Chiaravalle, navata centrale

Abbazia Chiaravalle

Interno, navata laterale

 

 

ABBAZIA DI CHIARAVALLE: NEL CHIOSTRO IN CERCA DI NODI

Mi capita a volte di fissarmi nella ricerca di qualcosa che colpisce la mia curiosità. Tempo fa, alla Collegiata di San Quirico d’Orcia notai delle colonne annodate.

Particolari no? Così mi misi alla ricerca, perché quelle di San Quirico scoprii che non erano le uniche colone ofitiche. Ne trovai anche qui a Chiaravalle.

E’ grazie al nodo delle colonne del Chiostro che sono giunta a scoprire questa splendida Abbazia.

Le quattro colonne annodate si trovano in un angolo del chiostro, in corrispondenza del campanile. Lo scalpellino che le lavòrò è riuscito a dare l’impressione che la dura pietra sia morbida, elaborando un bellissimo nodo.

Abbazia Chiaravalle

Chiostro, le quattro colonne annodate

Abbazia Chiaravalle

Il Chiostro dell’Abbazia di Chiaravalle

Il Chiostro quadripartito è di per sé stupendo, con la cadenza geometrica delle volte a crociera ma si fa ancora più interessante proprio in prossimità delle colonne annodate. In questa parte mutano i capitelli: presentano testine, aquile, fiori della vita, come se questa zona avesse un’importanza particolare. Forse un segno di riconoscimento? Ho letto anche che anticamente tutti e quattro gli angoli del Chiostro presentavano colonne annodate ma che oggi si è conservata solo quella visibile.

Sono comunque una traccia preziosa di quei costruttori che fecero il romanico e il gotico in Italia e in Europa, uno stile comune che si ritrova in molte architetture.

Abbazia Chiaravalle

La Colonna Annodata

 

ABBAZIA DI CHIARAVALLE: LA CHIESA E LA CIRIBICIACCOLA

Entrando nella chiesa dal portale di ingresso, mi sono sentita piccola a vedere la doppia fila di otto possenti pilastri in muratura. L’atmosfera calma e raccolta scende sui miei pensieri,  mentre avanzo nella penombra delle navate laterali.

Che magnifico silenzio.

La chiesa venne costruita nel XIII secolo, usando il materiale più facilmente reperibile in questa zona, il laterizio.

Mi attardo ad osservare gli affreschi del transetto e della cupola ottagonale. Queste pitture sono seicentesche e lo stile così aereo e fresco è dei Fiammenghini.

Abbazia Chiaravalle

Abbazia Chiaravalle

Abbazia di Chiaravalle, cupola ottagonale

Abbazia Chiaravalle

Abbazia di Chiaravalle

Nella parete della scala che sale al dormitorio, è rappresentato l’Albero genealogico dell’Ordine Cistercense. Gli affreschi sono stupendi, arricchiti da una miriade di dettagli.

Da notare anche il coro seicentesco in legno di noce, una grande opera scultorea di Carlo Garavaglia.

Ed infine, togliamoci questa curiosità: cosa sarebbe questa Ciribiciaccola?

E’ il nome che i milanesi hanno affettuosamente dato alla imponente torre nolare, alta ben 56 m.

Un vero e proprio capolavoro architettonico costruito nel XIV secolo da Francesco Pecorari: la struttura è composta da parti a sezione ottagonale che si restringono man mano che si sale in altezza fino a diventare un cono nell’ultimo tratto.

Il tutto è decorato con la diversa inclinazione dei laterizi utilizzati, archetti sospesi, finestre quadrifore, trifore, e bifore .. un capolavoro!

Abbazia Chiaravalle

Parete della scala, Affresco con albero genealogico dell’Ordine Cistercense

Abbazia Chiaravalle

Il Coro ligneo

Abbazia Chiaravalle

La Ciribiciaccola vista dal chiostro

 

INFORMAZIONI

Abbazia di Chiaravalle

Via Sant’Arialdo, 102 – Milano

L’Abbazia è oggi ancora animata dai monaci Cistercensi ed è possibile visitarla gratuitamente oppure con visite guidate

L’Abbazia di Chiaravalle fa parte di un percorso turistico molto interessante La strada delle Abbazie che tocca, fra le altre,  anche l’abbazia di Morimondo, l’Abbazia di Mirasole, l’Abbazia di Viboldone.

Abbazia Chiaravalle

Abbazia di Chiaravalle, la facciata

 

Previous Story
Next Story

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Translate »
Close